Mangiare Insetti

Notizie e Approfondimenti sul Mangiare insetti in Italia, sul cibo con gli Insetti e gli Insetti Commestibili.

 

 

5.00 by MasterBug

5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

In questo articolo vedremo una soluzione semplice ed economica per realizzare un allevamento di grilli commestibili in casa che poi potremo utilizzare successivamente per la creazione della farina alimentare (vedi articolo Realizzare la Farina di Grilli in Casa).

Allevare Grilli commestibili

Di seguito alcuni consigli per un allevamento di Grilli efficiente:

Cosa mangiano i Grilli?
I Grilli possono mangiare diverse cose come ad esempio i rifiuti alimentari domestici come: avanzi di frutta e verdura, Riso e pasta, Carne di maiale e manzo, Pane, scorza del formaggio e Tuorli. Oltre a questo si possono nutrire con farina di soia, erba medica, farina di mais, farina di frumento etc.


Quali sono le specie di Grilli consigliate per l’allevamento?
Le specie di Grilli più comuni sono Grilli Sigillatus, Grilli Domestici, Grilli Bimaculatus e Grilli Assimilis (potete comprarli online e nei negozi per animali)

Come costruire un allevamento di Grilli:
La realizzazione di un allevamento è semplice e necessita di una cosiddetta Fauna Box, ossia di una vaschetta utilizzate per l’allevamento di animali (le potete trovare online e nei negozi per animali). Quindi andrà creato un substrato con i contenitori in cartone delle uova. Ulteriore passaggio è quello di mantenere umido l’ambiente, in questo caso si devono inserire nel box dei batuffoli di cotone umidificati.
Altra cosa importante da ricordare è che i Grilli non amano il freddo, quindi andrebbe mantenuta una temperatura tra i 27° e i 32°C anche utilizzando delle lampade.

Questa è solo la prima parte del percorso di allevamento, propedeutico alla fase successiva, ossia alla riproduzione dei Grilli.

Ti potrebbe interessare anche: Grilli Valori Nutrizionali

 

5.00 by MasterBug

 

5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La farina di grilli è ideale per realizzare prodotti da forno come pizze e focacce ma anche la pasta, eppure, senza la presenza di glutine del grano o altri cereali, tale farina mancherebbe della proprietà legante tipicamente associata alla farina in generale.

La farina di Grilli si può acquistare già pronta o crearla in casa, ecco i passaggi necessari per trasformare grilli vivi in una polvere asciutta da utilizzare nelle ricette mischiata alla farina tradizionale.

Farina di Gilli fatta in casa

Realizzare la farina di Grilli in casa

Allevamento dei Grilli:
Il primo passo è iniziare con grilli vivi. Sono venduti da varie aziende in tutto il mondo, in particolare vengono vendute le specie di grilli acheta domestica.
Si possono ordinarli in scatole da 100 a 5.000 unità che andranno nutriti con una dieta sana prima di trasformarli in farina di Grilli. Il loro cibo preferito è la materia vegetale, ma possono mangiare anche cereali.

Congelare i Grilli
Una volta che hanno raggiunto le 6-8 settimane, sono pronti ad essere congelati.

Sbollentare in acqua bollente
Sbollentare i grilli per 5 minuti in acqua bollente

Asciugare i grilli nel forno
Riempi un foglio di cartaforno con i grilli e cuocere i grilli per 3-4 ore ad una temperatura di 90°C

Macinare i grilli
Con un semplice robot da cucina o mixer è possibile macinare i Grilli per renderli una polvere grossolana per almeno 30 secondi.

Il risultato è una farina composta al 100% da grilli naturali e utilizzabile per qualsiasi ricetta, se volete degli spunti eccone alcune:

Pizza ai Grilli Ricetta con Insetti

Focaccia con Insetti - Ricetta con Grilli

Gnocchi ai Grilli Ricetta con Insetti

 

5.00 by MasterBug

 

5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Scritto da:

Il sempre più crescente interesse degli italiani per il tema degli “insetti da mangiare” emerge anche da recenti sondaggi, ultimo quello di Doxa dove si evidenzia una tendenza positiva, infatti ben il 40% degli italiani ritiene che l'entomofagia sarà l'alimentazione del futuro.
Attraverso le piattaforme social, facebook www.facebook.com/MasterBug.it ed instagram www.instagram.com/masterbug_cucinare_insetti, ho condotto lo stesso sondaggio nell’arco di una settimana ottenendo risultati ancora più soddisfacenti su un target che però si dimostrava già interessato all’argomento.


Ben il 94,44% dei votati ha dichiarato di essere pienamente d’accordo sul tema dell’entomofagia come alimentazione del futuro, mentre solo il 5,56% era in disaccordo.


Sotto trovate la tabella dei risultati:

Sondaggio Mangiare Insetti

Sicuramente un anno fa c’era più incertezza e diffidenza ma con il passare del tempo le percentuali sono destinate ad un deciso aumento.

 

5.00 by MasterBug

5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

È stata ideata in Sudamerica una barretta energetica (chiamata Demolitor) che utilizza l'alto contenuto proteico del Tenebrio molitor, come fonte di ferro, acidi grassi, omega 3, 6 e tra gli altri benefici anche quello di combattere l'anemia. Essa infatti contiene il 55% di cacao con proteine di tenebrio, mescolato con farina di ceci e kiwicha pop. Secondo i valori nutrizionali, la barretta ha il doppio del ferro rispetto alla carne ed è in grado di contribuire alla lotta contro l'anemia, una malattia che colpisce buona parte della popolazione peruviana, in particolare i bambini.

Tenebrio Molitor Barretta
Il Tenebrio Molitor è incluso nell'elenco pubblicato dalla FAO nel 2015 su gli insetti adatti al consumo umano. Questo insetto trasforma le bucce di frutta e verdura in proteine, ferro e altri elementi nutrizionali che sono incorporati nel cibo.

Leggi anche: Camole della farina (Tenebrio molitor larvae) Valori Nutrizionali

5.00 by MasterBug

5 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Scritto da:

Come ben sappiamo, le cimici sono considerate insetti infestanti agricoli, perché questi insetti possono creare grandi popolazioni e danneggiare le colture.

A differenza di altri insetti, le Cimici utilizzano una secrezione puzzolente come difesa principale. Quando vengono disturbate, rilasciano un liquido dal cattivo odore con sentore di mandorla rancida che è dovuto a sostanze chimiche derivate dal cianuro.

Mangiare Cimici

Tutti si chiedono come combattere questo flagello, ma la soluzione sembra arrivare da oltre oceano.
Infatti in Messico, le Cimici vengono raccolte per il loro valore culinario e possono essere arrostite, fritte, macinate o mangiate crude. Una salsa è preparata combinando pomodori freschi, peperoncini e cipolle con Cimici frantumate con un mortaio. La salsa quindi è servita con tortillas di mais.

Ma che sapore hanno i Cimici?

I consumatori messicani dicono che questi insetti hanno un particolare sapore di cannella proveniente dagli steli e dalle foglie da cui si nutrono, altri dicono che hanno un sapore amaro e medicinale, probabilmente a causa del loro alto contenuto di iodio. Sono anche ricchi di vitamina B2 e B3.

Vista la quantità esorbitante di questi insetti, non solo nella campagne ma anche nelle nostre case, forse la soluzione è proprio quella di... Mangiarle!

 

 

5.00 by MasterBug

Pagina 1 di 2

English French German Italian

Free Joomla! template by Age Themes